Direttore: Aldo Varano    

GIOIOSA JONICA (RC). Il Club per l'Unesco presenta il libro "Un prete" di Francesco Ettore Nirta

GIOIOSA JONICA (RC). Il Club per l'Unesco presenta il libro "Un prete" di Francesco Ettore Nirta
Sabato 16 settembre 2017 alle ore 18,30 nell'androne di Palazzo "Amaduri" - Largo dei Cinque Martiri nell'incantevole Centro Storico di Gioiosa Jonica, Francesco Ettore Nirta celebre Avvocato civilista e diligente scrittore presenta agli amici della locride l'ultimo impegno letterario da poco pubblicato da Rubbettino Editore.
Il libro dal titolo "Un Prete" è un romanzo avvincente che appassiona immediatamente il lettore, ridando lo stimolo alla lettura anche a chi non lo fa con assiduità. Quindi appuntamento a Gioiosa Jonica dove oltre all'Autore Vi aspetta la Prof.ssa e Scrittrice Palma Comandè che dialogherà a più voci con i presenti e con il Club per l'UNESCO che con il Patrocinio dell'Amministrazione Comunale ha organizzato l'evento. L’introduzione toccherà al Presidente Nicodemo Vitetta (per la Pro Loco e il Club per l’UNESCO) che con gli opportuni saluti da parte dell’Amministrazione Comunale da parte dell’Assessora Dr.ssa Lidia Ritorto, accoglieranno gli intervenuti nel nobile Palazzo “Amaduri” adiacente il Santuario del protettore della città, San Rocco, luogo abituale di grandi eventi culturali.

“Un prete novantenne non stanco, anzi contento, di vivere, racconta la propria vita sotto forma di confessione : una ordinazione sacerdotale imposta da ascendenze familiari ; un sacerdozio esercitato da burocrate, senza entusiasmo e senza depressioni ; una sostanziale fedeltà ai principi tradizionali ; l' incontro col sesso consumato con donna d' altri ;  i riflessi sulla vita della piccola comunità in cui vive degli eventi tra le due guerre mondiali, delle emigrazioni, delle alluvioni, dei rivolgimenti sociali. Dopo aver patito nella solitudine e nella indifferenza del proprio gregge la punizione per non avere esercitato la sua missione secondo lo spirito evangelico, prende coscienza dei suoi peccati e beve fino alla feccia l'amaro calice del rimorso e del pentimento”.