REGGIO. Il terremoto del 1908 e l'opera di De Nava

REGGIO. Il terremoto del 1908 e l'opera di De Nava

(ReP) Con un incontro sul tema “La ricostruzione dopo il terremoto del 28 dicembre e l’opera di Giuseppe De Nava”, a cura del Prof. Renato Laganà, architetto, già docente dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria nonché studioso delle vicende storiche della Città di Reggio Calabria, che si terrà giovedì 8 febbraio alle ore 16,45 presso la Sala Giuffrè della Villetta de Nava prendono avvio le manifestazioni commemorative del Centenario della morte dello Statista reggino (27 febbraio 1927) promosse dalla Biblioteca De Nava e dall’Associazione Culturale Anassilaos con il patrocinio del Comune e della Deputazione di Storia Patria per la Calabria. Introdurrà e modererà l’incontro la Prof.ssa Antonella Postorino, Responsabile del Centro Studi Cultura dell’Architettura e del Paesaggio dell’Associazione Anassilaos. Parteciperà la Dott.ssa Daniela Neri, Responsabile della Biblioteca.

Lontano dalle beghe e dai contrasti politici e amministrativi che hanno caratterizzato tanta parte della vita politica reggina tra la fine dell’Ottocento e i primi anni del Novecento (almeno fino al 28 dicembre 1908) subito dopo il sisma Giuseppe De Nava, anche in virtù del suo ruolo di esponente del Governo nazionale, si adoperò per la ricostruzione della sua città mediando tra i diversi interessi e gli accesi contrasti che non mancarono anche dopo il terremoto.

L’omaggio a De Nava proseguirà in Biblioteca nei giorni successivi: giovedì 15 febbraio con un incontro sul tema “Il quadro culturale e letterario calabrese e reggino tra la fine dell’Ottocento e i primi venti anni del Novecento” con la partecipazione della Prof.ssa Francesca Neri, studiosa di letteratura e l’intervento della Dott.ssa Daniela Scuncia con alcune note sull’arte figurativa reggina e calabrese tra la fine dell’Ottocento e i primi venti anni del Novecento (introdurrà la Prof.ssa Pina De Felice, Responsabile Poesia Associazione Anassilaos; giovedì 22 febbraio con l’inaugurazione di una mostra dedicata allo statista a cura della Biblioteca “Pietro De Nava” e dell’Associazione Culturale Anassilaos (con documenti della stessa Biblioteca e della collezione di Giuseppe Diaco) e l’intervento del Prof. Antonino Romeo, studioso di storia e Deputato della Deputazione di Storia patria per la Calabria, sull’ultimo anno di vita di De Nava; martedì 27 febbraio con un incontro con gli allievi dell’I.C. Vitrioli-Principe di Piemonte allo scopo di far conoscere alle più giovani generazioni la figure più significative della Città e la partecipazione del Dott. Fabio Arichetta, Studioso di Storia, Deputato della Deputazione di Storia Patria per la Calabria nonché responsabile del Centro Studi per la Storia Moderna e Contemporanea “Rosario Romeo” dell’Associazione Anassilaos.

Dati i lavori di restyling della Piazza intitolata a De Nava e del monumento a lui eretto una corona d’alloro con nastro tricolore e amaranto sarà affissa a lato della grande immagine di De Nava conservata presso la Villetta che egli donò per testamento alla Comunità reggina quale Biblioteca a condizione che venisse intitolata allo scomparso fratello Pietro.

  • ITALIA. Se si scava la corruzione riemerge potente

    ISAIA SALES
    Con l’inchiesta della magistratura che ha coinvolto l’Anas, l’ex senatore Denis Verdini e suo figlio Tommaso (rispettivamente suocero e cognato di Matteo Salvini, ministro dei Lavori pubblici) la corruzione è tornata a occupare la scena politica italiana e a…
  • TRE. La Piovra di Damiano Damiani (prima miniserie)

    FRANCESCO RUSSO*
    I temi drammatici della sfida che la mafia ha posto allo Stato sono posti con grande attenzione nelle 10 miniserie della Piovra. Dall’uccisione del capo della Squadra Mobile della polizia (Commissario Marineo), con cui si apre il primo episodio, agli affari…
  • ANASSILAOS: il terremoto del 28 dicembre 1908

    ANASILAOS
    (Riceviamo e pubblichiamo). Racconta il Canonico Rocco Vilardi come a Reggio Calabria, nella giornata del 27 dicembre 1908, la temperatura fosse mite e sciroccosa. Il mare, dalle cui profondità si sarebbe di lì a poco scatenata la tragedia, placido, quasi…
  • L'ANALISI. Ma le piazze non bastano

    FIIPPO VELTRI
    Bisognerebbe che tutto il popolo della sinistra (dentro e fuori il PD) innalzasse inni di gioia alle riflessioni che da tempo il prof. Antonio Floridia, un siciliano trapiantato a Firenze (e che non vuole nemmeno essere chiamato professore!) ci regala con…
  • DUE. Milano trema: la polizia vuole giustizia, regia di Sergio Martino

    FRANCESCO RUSSO*
    Film di serie B, cosi sono stati liquidati tutti i film degli anni 70 che trasferivano il far west immaginato in Italia negli anni 60, nelle realtà urbane italiane, che intanto erano cresciute, sulla spinta del boom economico, in modo disordinato, aumentando…
  • CALABRIA. La moneta fuori corso degli immigrati

    FIIPPO VELTRI
    Quella che stiamo per raccontarvi è un’altra vicenda della Calabria poco conosciuta ma esemplare. Esemplare di che? Di tante cose che potevano, potrebbero, andare in un modo e che invece vanno in tutt’altra direzione; di come taluni si impegnano per davvero ma…
  • Il PNRR è scattato grazie al Sud, guai non dare ora un colpo alla questione Meridionale

    ISAIA SALES
    Il piano nazionale di rinascita e resilienza (Pnrr) ha destinato, com’è noto, il 40% delle risorse al Sud. In base ai regolamenti europei sulle politiche di coesione, infatti, vengono aiutate di più le nazioni che presentano maggiori squilibri territoriali.…
  • UNO. Il giorno della civetta, di Damiano Damiani

    FRANCESCO RUSSO*
    Il capitano Bellodi, emiliano di Parma, per tradizione familiare repubblicano, e per convinzione, faceva quello che in antico si diceva il mestiere delle armi, e in un corpo di polizia, con la fede di un uomo che ha partecipato a una rivoluzione e dalla…
  • L'INTERVENTO. Ferrovie: in Calabria con Salvini e Cdx solo passi indietro

    ENZA BRUNO BOSSIO e FRANCESCA DORATO
    Il commissario regionale della Lega distorce con grande disinvoltura la dichiarazione che il senatore Nicola Irto ha inteso fare sui dati che Legambiente ha fornito sulla vetustà e sull'elevato rischio di insicurezza della rete ferroviaria calabrese. Il…
  • LE CRESPELLE o meglio I CRISPEDDHI

    CATERINA MALARA
    Quattro sono le date canoniche in cui a Reggio si fanno i crispeddhi: in dicembre per la festa dell’Immacolata e le vigilie di Natale e Capodanno, in marzo per la festa di San Giuseppe. Conservo ancora “u bavanu” in cui prima mia nonna e poi mia madre le…
  • L'ANALISI. SVIMEZ: nel Mezzogiorno gli allarmi più allarmanti

    FIIPPO VELTRI
    Lo Svimez nel suo rapporto annuale ha fatto un’analisi a 360 gradi sullo stato dell’arte del meridione italiano. Due sono gli aspetti particolari che vanno però, a distanza di alcuni giorni, ripresi e amplificati. Sono allarmi più allarmanti in ottica…
  • In memoria del professore Versace

    MASSIMO VELTRI
    Ci ha lasciato alcune ore fa Pasquale, per tutti Lino, Versace, professore emerito: non amava i clamori della cronaca, preferiva fare. Conobbi Lino Versace esattamente cinquanta anni fa in un’aula del Polifunzionale di Arcavacata. Barba lunghissima come i…
  • CALABRIA. I numeri veri della nostra economia

    FIIPPO VELTRI
    Qualche settimana fa la Banca d’ Italia ha diffuso un aggiornamento sulla situazione economica calabrese su cui non pare essersi davvero interessato alcuno degli attori politici ed istituzionali locali. E anche quelli imprenditoriali appaiono come essere…
  • L’INTERVENTO. Ma il vero leader dell’opposizione è Landini

    FIIPPO VELTRI
    Il segretario della Cgil Maurizio Landini non ha deluso le attese alla prima puntata dello sciopero generale del 17, in attesa delle altre manifestazioni già indette. Non che Landini abbia dimenticato la legge di bilancio «piena di porcherie» o «i condoni che…
  • L'ANALISI. Meloni e il Premierato Infantile

    ANTONIO CANTARO*
    1. Gli eredi della fiamma tricolore hanno, dunque, alla fine scelto per il premierato elettivo. Diciamo subito in sintesi di cosa si tratta, poi spiegheremo più nel dettaglio. Si scrive premierato elettivo, si legge premierato infantile.La peggiore forma di…