Direttore: Aldo Varano    

IL BILANCIO DI IRTO: 3 mln e mezzo risparmiati, secondi in Italia per leggi e si timbra il cartellino

IL BILANCIO DI IRTO: 3 mln e mezzo risparmiati, secondi in Italia per leggi e si timbra il cartellino
nicirt "Il Consiglio regionale, grazie ai provvedimenti delle ultime settimane e in particolare alle delibere e alle determinazioni dell'ufficio di Presidenza, ha avviato un processo di riqualificazione della spesa che ha già portato un risparmio di oltre 4 milioni di euro". Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale della Calabria Nicola Irto, durante una conferenza stampa convocata a palazzo Campanella di Reggio per fare una specie di bilancio politico di fine anno dell'Assemblea.

"Solo per il 2016 - ha spiegato - grazie ai tagli alle forniture di beni e servizi e alle consulenze esterne, il Collegio dei revisori dei Conti ha gia' certificato un risparmio pari a tre milioni 344 mila euro. Si prevede poi, come proiezione del taglio alla consulenza, un ulteriore risparmio per un milione di euro per ogni anno fino al 2019".

"Abbiamo inoltre revocato - ha continuato il presidente del Consiglio regionale - tre delibere del 2010 in cui veniva riconosciuto un premio per le delibere aggiuntive. In questo modo abbiamo risparmiato quasi 400 mila euro all'anno. Abbiamo anche obbligato - ha proseguito Irto - il personale delle strutture del Consiglio a timbrare l'ingresso e l'uscita come tutti i dipendenti della pubblica amministrazione. E' un piccolo passo in avanti che lancia un segnale importante perché' per la prima volta la politica riforma se' stessa".

Il presidente ha poi illustrato i cambiamenti strutturali che permetterebbero di dare più efficienza al Consiglio regionale.

Intanto, ha spiegato Irto “si passa da 22 a 16 posizioni dirigenziali, mentre le quattro aree saranno ridotte a due. Questo ci consente di rendere il Consiglio regionale molto più snello, efficiente, al passo con le altre realtà italiane ed europee. Cosa è cambiato? Sicuramente la gestione delle risorse a Palazzo. A partire dalle tante iniziative attuate, come quelle che riguardano il Polo Culturale Mattia Preti, il piano di comunicazione, le attività con le scuole. I tagli fatti – assicura Irto - diventano risparmi che saranno investiti in misure rivolte ai giovani o incanalati nell’attività legislativa del Consiglio".

Sulla produzione legislativa, il presidente Irto ha evidenziato che "nel 2016 il Consiglio regionale della Calabria è stato il secondo in Italia per numero di leggi approvate, se ne contano 47. Questo risultato e' stato ottenuto grazie al miglioramento del lavoro delle Commissioni e della loro struttura burocratica, uno dei nostri obiettivi che ha determinato l'aumento della qualità legislativa: nel 2016 solo due leggi regionali sono state impugnate dal Governo, nel 2017 nessuna". Prima di concludere la sua relazione, il presidente della massima assise regionale si è soffermato sul tema della trasparenza: "Secondo la classifica del Ministero per la semplificazione e la pubblica amministrazione, il Consiglio regionale ha una percentuale di raggiungimento degli obiettivi di trasparenza pari al 100%", ha detto.

"Infatti - ha continuato - il nostro portale è stato recentemente aggiornato a costo zero". "Il risparmio e il cambiamento sono utili non solo per oggi - ha sottolineato Irto - ma anche per il futuro. Vanno ad incidere sulla credibilità politica di un'istituzione che vuole essere meno ferma e sempre al passo con l'evoluzione del regionalismo”.

Irto ha infine annunciato che “Nei prossimi giorni sarà convocata una seduta del Consiglio regionale con all'ordine del giorno l'intervento del presidente Oliverio per un resoconto sulla situazione della sanità, la legge promossa dal consigliere Bevacqua contro gli incendi boschivi, che finalmente - ha detto - arriva in aula dopo 17 anni di ritardo, le leggi sull'edilizia sociale e sui campi scuola per bambini diabetici, già finanziati - ha concluso - grazie ad un emendamento lo scorso anno". (fonte italpress)